Una tradizione lunga più di 40 anni, un luogo intriso di esperienza e  passione dove  il tempo sembra essere andato avanti per poi tornare alle origini.
Un rifugio in cui  i valori, ma i valori quelli autentici, come la famiglia, hanno trovato una dimora sicura ed accogliente;e la famiglia è un ottimo punto di partenza per capire come ormai sia solo nei valori e attraverso essi che può avvenire la rinascita, il rinnovamento.
L’evoluzione diventa la nuova tradizione e cresce il desiderio di mostrare come il loro connubio sia stato la chiave di volta e sia tutt’ora il segreto, non in quanto tale, ma quale escamotage, per vivere e condividere ogni giorno una quotidianità intima e  giovevole.
La collaborazione si fa dictat, senza di essa  non si potrebbe creare qualcosa di grande,  far fiorire prodotti che siano unici e delicati, ed è così che nel palco della vita questi attori devono partecipare con affiatamento e intesa affinchè lo spettacolo diventi unico.
Come ricordava Kafka “Il lavoro intellettuale strappa l’uomo alla comunità umana. Il lavoro manuale, invece, conduce l’uomo verso gli uomini.”
La gastronomia, grammatica in grado di riavvicinare la genialità e l’inventiva del singolo al piacere della semplicità del consumo conviviale, svela  l’essenza di un lavoro non solo manuale ma anche intellettuale, dove composizioni e abbinamenti diventano costrutti perfetti di una sintassi elaborata eppur chiara.
I profumi del mare e della terra, metafore del piacere, pervadono ogni senso,  trasformando, ora più che mai, il convivio in un’esperienza multisensoriale.
E’ il ricordo delle abitudini passate, che diventano quantomai attuali, il punto di forza di questa scena dedita ad un riavvicinamento alla natura quale mezzo per  riavvicinarsi nuovamente agli uomini.
La passione vera, quella intima e viscerale rifiuta i canoni contemporanei votati all’iperrealtà.
Una contemporaneità che, persi sacralità e valori, vuole una realtà che sia più vera della realtà stessa, e a cui invece questo entourage offre una realtà “originale” creata dall’uomo per l’uomo, attraverso la natura, i suoi frutti e i suoi colori.